“SIGNORI...IN PIEDI DAVANTI AI DIRITTI”. Questo il titolo dell’evento promosso dall’Istituto  “G. Galilei”, diretto dal preside Attilio D’Onofrio, sull’attualissimo tema del rispetto dei diritti umani contro qualsiasi forma di discriminazione e sul rispetto dell’uguaglianza di genere.

L’accoglienza e i saluti da parte della prof.ssa Antonella Tuzi, vicepreside dell’Istituto, hanno aperto questo importante incontro, svoltosi presso l’Aula Magna della sede scolastica, al quale sono intervenuti illustri ospiti quali il Vescovo della Diocesi dei Marsi, Monsignor Vincenzo Massaro, il Dott. Domenico Di Berardino, vicesindaco del Comune di Avezzano, il Dott. Claudio Mari, Responsabile della Fondazione MIRROR e il Dott. Gino Milano, Presidente dell’associazione di volontariato e di cooperazione internazionale “RINDERTIMI”, il quale, facendo riferimento alla nostra Carta Costituzionale, si è soffermato sui Diritti Umani, in particolare sui diritti inviolabili dell’uomo consacrati nell’art. 2, e ha menzionato anche la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani entrata in vigore il 10 Dicembre 1948, ponendo l’accento sul concetto di Libertà.

Significativo è stato il messaggio espresso dal Vescovo della Diocesi dei Marsi, per il quale l’IIS “G. Galilei” ha rappresentato la prima scuola visitata da quando si è insediato nella nostra Diocesi: “Quando la notte cede il passo alla luce del giorno? Termina il buio e inizia il giorno nel momento in cui a distanza intravediamo un uomo, qualsiasi uomo, proveniente da qualsiasi paese e lo riconosciamo come nostro fratello. Fino a quando non sappiamo riconoscere le persone che incontriamo e non le vediamo come nostri fratelli, sarà per sempre buio nella nostra vita. Molte volte guardiamo con disprezzo quelli che provengono da altri paesi. Sono convinto che a nessuno faccia piacere lasciare la propria terra, tutti siamo fortemente attaccati ai nostri territori: chi lo fa è perché cerca di vivere bene, noi tutti abbiamo il diritto di vivere in un luogo dignitoso che ci dia l’opportunità di vivere bene”. Una testimonianza diretta di questa profonda riflessione è stata offerta dalla Sig.ra Lina, una donna siriana che è intervenuta insieme al dott. Gino Milano, fotografando la dura realtà attuale del suo popolo afflitto da guerre che durano ormai da un decennio, facendo inasprire le disuguaglianze di genere e aumentando rischi di violenze contro donne e ragazze, in un paese dove ogni diritto fondamentale viene violato.

Protagonisti di questo ricco evento, inoltre, sono stati gli studenti della 5A AFM dell’Istituto, i quali hanno presentato il “CALENDARIO 2022”, quale prodotto finale del percorso di Educazione Civica relativo alla Donna nella Società, svolto durante l’anno scolastico precedente. I ragazzi, coordinati dai loro docenti, dopo un appassionante lavoro di ricerca e approfondimento hanno scelto e riprodotto in ogni mese del Calendario un personaggio femminile che nel corso della storia ha lottato per il riconoscimento dei propri diritti.

Gli studenti hanno espresso il desiderio di divulgare il calendario da loro realizzato e di devolvere il ricavato in beneficienza.

Vai all'inizio della pagina